Basterà il colostro al mio neonato?

“Mi hanno detto che ancora non ho il latte per cui devo dare un’aggiunta”

“Come faccio finché c’è solo il colostro?”

“Ho solo il colostro: potrà bastare al mio bambino?”

Quante volte sento frasi di questo genere da parte di neo mamme piene di ansia nei giorni o ore immediatamente successivi al parto!

Questo benedetto colostro può davvero bastare al neonato? Davvero può essere che dopo il parto tu possa non averne abbastanza per il tuo bambino?

Ragioniamo.  Nove mesi fa il tuo corpo è stato intensamente occupato in un lavoro davvero straordinario: da due cellule minuscole che si sono incontrate ha iniziato a formarsi un nuovo essere umano, formato da miliardi di cellule differenti, con molti tessuti e organi diversi, e che rappresenta la speranza e il futuro della tua linea genetica: il tuo bambino/a.

Nell’economia della Natura questo avvenimento è il più importante in assoluto perché è quello che garantisce la sopravvivenza della specie. Per ben nove mesi tutto il tuo corpo e la tua vita hanno gravitato intorno alla formazione di questa nuova preziosa creatura. Poi ecco il momento in cui il piccolo è pronto per un salto incredibile verso una vita totalmente diversa, quella extrauterina, nel mondo esterno, che sarà la sua casa e lo vedrà crescere, evolvere e diventare via via quell’essere umano con tutte le caratteristiche peculiari della nostra specie. Ecco così che finalmente è fuori dall’utero ma, all’improvviso, càpita un evento inaspettato?! Dovrà mica mangiare ‘sto pargoletto? Davvero Madre Natura non se lo aspettava? Ops, arrivati a questo momento cruciale sembra che Madre Natura abbia una defaillance: si è dimenticata che il pupo non deve morire di fame? Eh sì, perché fino a che il feto è stato nella pancia, aveva il cordone ombelicale, grazie al quale in pratica mangiava 24 ore su 24, ma ora, a cordone reciso, come mangerà mai? Suvvia, che importa, tra tre giorni circa arriverà il latte, no? Ok, e nel frattempo?

Ecco, quando ti dicono che “purtroppo c’è ancora solo il colostro”, o “il colostro è poco, i primi giorni magari è meglio se gli dai un aiuto“, in pratica ti stanno dicendo questo: ti stanno dicendo che Madre Natura è totalmente rimbambita e dopo tutta questa fatica a far nascere questo esserino perfetto formatosi da quelle due minuscole cellule in ben nove mesi di duro lavoro, beh, s’è dimenticata cosa dargli da mangiare dopo. Come minimo incauta!

Ora, vedi, se questo fosse vero, l’essere umano non sarebbe sopravvissuto nei millenni in cui madre e figlio avevano solo loro stessi per sopravvivere, anzi prosperare. Se ciò fosse vero, non saremmo così tanti sulla Terra. Una buona parte dei neonati sarebbe morta di stenti nei primi tre giorni di vita, e la specie umana avrebbe avuto un “errore” evoluzionistico davvero grave, così serio da compromettere probabilmente la sopravvivenza stessa della specie, facendoci fare la fine dei dinosauri.

E invece no. Siamo ancora qua.

Oppure le cose non stanno così? Non potrebbe essere piuttosto che il neonato non abbia veramente bisogno di mangiare subito dopo la nascita ancora in grande quantità? Altrimenti l’evoluzione della specie avrebbe sbagliato mestiere con noi Homo.

Il punto è che il colostro non è “solo colostro” o “appena un po’ di colostro”!

Intanto il colostro è latte. Sì, esatto, proprio latte, e non una roba indefinita… anzi semmai è un latte speciale!
Io definisco il colostro il primo superfood della storia dell’uomo.

Lo chiamo anche “la pillola dell’astronauta”. Hai presente quando parte una navetta spaziale? Non è molto grande, perché se fosse più grossa, peserebbe di più, e diventerebbe più difficile  farle superare la forza di gravità. Così gli astronauti portano con sé solo cibi selezionati. Non c’è spazio per portarsi insalata e rigatoni… piuttosto portano nello spazio cibo disidratato e molto nutriente. Poco volume per molte calorie. Ebbene, il colostro è un po’ la stessa cosa per il neonato. Tutto quello che gli serve in poche gocce. Infatti il colostro è prodotto in gocce e pochi ml, non decine o centinaia di ml come il latte maturo.

Quindi per piacere, non denigriamo questo liquido così prezioso e speciale che produce il nostro corpo! Sarebbe come se guardando un cibo speciale per le sue proprietà e nutrienti, lo svilissimo perché è “solo” pochi grammi. Pensa -giusto per fare un esempio- alla pappa reale… la pappa reale è costosissima proprio perchè prodotta in piccolissime quantità ma in quei pochi grammi ha una ricchezza unica.

Sono rarissime le situazioni in cui una mamma non produce davvero colostro e ci sono una serie di azioni che agevolano e facilitano il processo di avvio dell’allattamento. Parlare con una consulente può toglierti dubbi e preoccupazioni e possiamo fare un piano di azione per partire col piede giusto!

Come mai allora Madre Natura ci dà questo latte speciale nei primi giorni? Perchè il bambino ne ha bisogno?

Te lo spiego prossimamente…

 Questo articolo ti è stato utile? Metti il Mi piace e iscriviti alla newsletter per non perdere i prossimi!


Share
Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.

Powered by WordPress

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress